Le Belve di Oliver Stone…

Sinossi

Tratto dal romanzo omonimo di Don Winslow, narra della storia di Ben e Chon, amici per la pelle fin da piccoli e soci in affari nella produzione della migliore erba della contea.
Nonostante le loro differenti personalità, uno freddo, violento e distaccato, l’altro buddista, botanico e spirituale, hanno in comune l’amore per la bella Ofelia, detta O.


Nasce così tra questi tre ragazzi un amore passionale, travolgente che si consuma sotto il sole cocente della California, fino a quando una banda della malavita messicana con a capo una spietatissima donna detta “La Reina” decide di far affari con loro a tutti i costi.

Recensione

Cast eccezionale per il nuovo film di Oliver Stone; seppur ben confezionato, con inquadrature sapienti e contrasti avvincenti tra il sole della California dove si consuma il menage a trois tra i protagonisti e le cantine buie dove si svolgono le più spietate torture, la sceneggiatura tuttavia manca un po’ di originalità.
Le Belve, infatti, risulta un film fiacco e privo di pathos, con protagonisti poco convincenti nel loro ruolo di cattivi.
Interessante però l’analisi psicologica delle figure dei personaggi “doppio giochisti”, come il poliziotto (un grandissimo John Travolta) e lo spietato Bencio Del Toro, che volterà le spalle al suo capo per interessi personali.


Altra nota a favore della pellicola è l’importanza data alle figure femminili: “La Reina”, spietatissimo capo di narcotrafficanti, tinta di una sfumatura di umanità grazie all’entrata in scena della figlia, e Ofelia che decide di amare allo stesso modo due ragazzi, nonostante sia consapevole del fatto che, dividendosela, Ben e Chon non la amino poi così tanto.
Per concludere posso dire che a mancare forse è quell’adrenalina che contraddistingue Stone e quella cattiveria in più che dal titolo ci aspettiamo.
Insomma, queste belve non sono poi così spietate!

Alice Coiro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *